In una Firenze in pieno fermento politico e artistico, brill√≤ una stella: Lorenzo De’ Medici.